News

Firma la petizione

Le famiglie. Si parla tanto di famiglie, le famiglie sono il cuore pulsante della società  e sono in continua evoluzione. La struttura familiare cambia rapidamente, i nuclei si restringono, i figli si allontanano, i genitori invecchiano e i nonni hanno bisogno di assistenza. Sempre pi๠famiglie, forse anche la tua, si trovano, si sono trovate o purtroppo si troveranno a dover fronteggiare un’emergenza sanitaria impegnativa, sia umanamente che economicamente. Persone non pi๠autosufficienti, i nostri nonni, i nostri genitori anziani, hanno bisogno di cure e assistenza pressochà© continue e ogni famiglia cerca soluzioni sostenibili, e che proteggano la dignità  di tutti i soggetti deboli. Continua a leggere Firma la petizione

10 anni di progressi

Nel luglio di dieci anni fa nasceva Professione in Famiglia.

Festeggiare un anniversario è sempre l’occasione per rinfrescare la memoria sulle proprie origini e capirne meglio gli sviluppi, prospettandone il futuro.

Il 18 luglio del 2012, undici persone con precedenti esperienze nel sociale, si recano dal notaio e costituiscono l’associazione. Nei due anni precedenti si studiano gli scopi sociali e le forme organizzative. Rappresentare una realtà sociale come la famiglia era cosa ardua e complessa ma affascinante e stimolante.

Appare immediatamente la difficoltà e la solitudine in cui le famiglie si trovano a misurarsi in occasione di assistenza domiciliare.

Ben presto ci rendemmo conto che solo favorendo la sinergia tra tutti i soggetti coinvolti nell’assistenza si sarebbe potuto migliorare e facilitare le famiglie.

Uno di questi era la forma sociale e giuridica del lavoro svolto nell’assistenza domiciliare. Caregiver familiari, badanti, SAD e ADI, agenzie specializzate e un esercito di lavoro nero.

I contratti collettivi non regolamentavano con efficacia il lavoro di ausilio. Per questo motivo, falliti tutti i tentativi di coinvolgere le parti sociali, si decise di allargare la rappresentanza sociale di PF alle imprese del settore e in seguito sottoscrivere un vero e proprio contratto per servizi di ausilio familiare.

Con l’andare del tempo si riuscì a focalizzare meglio tutte le criticità legate all’assistenza riscontrando l’assenza di un soggetto in grado di pianificare progetti assistenziali dettagliati. Nasce quindi nel 2020 una nuova figura professionale come il Procuratore d’aiuto.

Altro tema complesso era l’oggettiva difficoltà di fare incontrare la domanda e l’offerta assistenziale, aggravata dalla pandemia covid19.

Si è quindi messo in sinergia tutte le sezioni di PF, le imprese che fornivano servizi di assistenza e procuratori d’aiuto inserendoli in un portale a tutti accessibile e contemporaneamente permettere alle lavoratrici del settore di fornire i propri contatti per offrire il proprio lavoro.

I successi conseguiti in questi dieci anni sono stati raggiunti grazie a centinaia di uomini e donne che hanno condiviso un unico scopo. Questa è stata la forza associativa e lo sarà anche per il futuro.

Tanta sarà la strada da percorrere per raggiungere obbiettivi sempre più ambiziosi come la riforma del settore dell’assistenza domiciliare che permetta alle famiglie di affrontare con maggiore serenità il dramma di dover assistere un familiare non più autosufficiente.

Siamo sicuri che insieme ce la potremo fare

CALIMAN di Bresso aderisce a Professione in Famiglia

Avvisiamo tutte le famiglie della provincia di Milano che la cooperativa sociale  CALIMAN , specializzata nella fornitura  di servizi di assistenza domiciliare per la cura della persona, ha aderito a Professione in Famiglia.

In tale azienda potrete chiedere le prestazioni di assistenza, compreso l’operatore d’aiuto

Indirizzo : via A. Strada, 56/B – 20091 Bresso (MI)

tel: 353 4407034

Nuove Procuratrici d’aiuto a Torino, Langhirano, Pisa, Seregno e Gravellona Toce

Segnaliamo alle famiglie delle provincie di  Torino, Parma, Pisa, Monza-Brianza e Verbano-Cusio-Ossola  che sono stati consegnati 5 attestati di Procuratrici d’aiuto e che potranno essere contattate direttamente per fornire tutte le informazioni utili per gestire la delicata fase di assistenza alla persona.

Dette Procuratrici d’aiuto potranno esaminare con competenza professionale il fabbisogno delle famiglie attraverso un Piano di Assistenza Individuale (PAI), le migliori soluzioni sul mercato assistenziale, l’inserimento di assistenti familiari nel lavoro domestico, il supporto consulenziale permanente per gli aspetti integrativi alle funzioni assistenziali e ricevere una procura speciale in caso di ricovero in strutture residenziali per anziani.

Una consulenza utile, prima di acquistare un servizio di assistenza domiciliare o per gestire al meglio un proprio familiare.

Giorgia Di Tonno
Può essere contattata al  329 6529690
Opera presso la Cooperativa sociale CON TE
Gli uffici si trovano in Via Giovanni Servais 81/D Torino

Laura Pelosi
Opera presso coop sociale HESTIA
Può essere contattata al 351 5232089
Gli uffici si trovano in via Roma,37/A Langhirano (PR)

Sandra Baroncini
Opera presso coop sociale STELLA POLARE
Può essere contattata allo 050 2200832
Gli uffici si trovano in via s. Giovanni Bosco, 29 Pisa

Lorena Limoni
Indipendente
Opera presso la provincia di Verbano Cusio Ossola
Può essere contattata al 349 8261191

Simona Benita Stancanelli
Presidente coop sociale SIAMO
Può essere contattata al 328 5310731
Gli uffici si trovano in Seregno – Via Pasubio 23-20831 (MB)

Nuovi Procuratori d’aiuto a Milano e Treviso

Segnaliamo alle famiglie delle provincie di  Milano e Treviso  che sono stati consegnati 2 attestati di Procuratori d’aiuto e che potranno essere contattati direttamente per fornire tutte le informazioni utili per gestire la delicata fase di assistenza alla persona.

Detti Procuratori d’aiuto potranno esaminare con competenza professionale il fabbisogno delle famiglie attraverso un Piano di Assistenza Individuale (PAI), le migliori soluzioni sul mercato assistenziale, l’inserimento di assistenti familiari nel lavoro domestico, il supporto consulenziale permanente per gli aspetti integrativi alle funzioni assistenziali e ricevere una procura speciale in caso di ricovero in strutture residenziali per anziani.

Una consulenza utile, prima di acquistare un servizio di assistenza domiciliare o per gestire al meglio un proprio familiare.

Marco Manenti
Opera in provincia di Milano presso la coop. sociale Milano Care International
Può essere contattato allo 02 58306848
Gli uffici si trovano in via G. Romano 23, Milano

Luciana Favrin
Opera nella provincia di Treviso
Può essere contattata al 349 3172882

CLICK soccorso in famiglia – un servizio sociale verso l’assistenza domiciliare di ausilio

Un altro tassello importante si aggiunge alle attività  di Professione in Famiglia.

Nei 10 anni di vita associativa, Professione in Famiglia ha realizzato importanti strumenti per garantire alle famiglie migliori forme di assistenza domiciliare.

Si è partiti con un accordo sindacale e in seguito un ccnl che permette alle imprese del settore di poter contrattualizzare personale da destinare ai servizi di ausilio familiare. Si è quindi creata una figura professionale specifica di consulenza per le famiglie per avere maggiore consapevolezza nel gestire il delicato momento assistenziale di un proprio familiare.

Nel frattempo si è ottenuta l’autorizzazione ministeriale per l’intermediazione di lavoratori domestici e la corrispondente gestione amministrativa.

Oggi si parte con un portale dedicato a far incontrare la domanda e l’offerta assistenziale sul territorio.

CLICK soccorso in famiglia permetterà  infatti di poter visionare tutte le forme di servizi di assistenza di ausilio familiare nella provincia dall’abitazione dell’assistito.

Questo permetterà di poter contattare facilmente servizi forniti da imprese specializzate, lavoratori domestici da assumere e procuratori d’aiuto per una consulenza assistenziale.

Il portale permette anche alle lavoratrici e lavoratori del settore di potersi registrare per aumentare le occasioni di lavoro e migliorare la propria professionalità .

Bruno Perin -vice presidente di Professione in famiglia, ha rilasciato il seguente commento su Click:

La recente pandemia ha modificato radicalmente la percezione dell’assistenza domiciliare. Il sistema sanitario è sempre più orientato ad effettuare cure presso il domicilio, le famiglie si fidano meno di strutture residenziali, la qualità  professionale del servizio è sempre più richiesta.

La straordinarietà , l’urgenza e l’impossibilità  di programmare l’assistenza comporta la necessità  di poter consultare rapidamente le possibili soluzioni sul mercato sociale.

Per questo motivo abbiamo creato il portale di click soccorso in famiglia. Un luogo che, con il semplice inserimento della provincia, si potrà  visionare tutte le possibili soluzioni sul territorio.

Oltre a questo servizio sociale, forniamo l’opportunità  alle lavoratrici e ai lavoratori del settore di potersi registrare gratuitamente sul portale, per essere in seguito informate sulla domanda assistenziale esistente sul territorio e quindi aumentare le occasioni di lavoro nel pieno rispetto delle leggi e contratti.

E’ quella che viene definita come “filiera pulita occupazionale”.

E’ infatti nostra intenzione fornire gratuitamente ai lavoratori registrati percorsi formativi di auto-didattica sulle modalità  di svolgere al meglio la propria professione.